Quanto vale questo sito?

Ho trovato, navigando su Internet, un fantastico tool che vi permette di valutare il valore commerciale del vostro sito, basandosi su informazioni di vario tipo come il ranking sui siti di ricerca, i trackback da altri siti, il numero di visite giornaliere, etc.

Volete sapere quanto vale marzapower.com? Beh, rifatevi gli occhi:

Comunque, non è in vendita. Almeno non a quel prezzo.

Bye!

prototype File Tree: new connector

Overview

I really want to thank Ben Duffin, who kindly sent me an e-mail with a new connector for the prototype File Tree plugin. This one makes possible to list directories and files from a remote FTP directory.

Download

You can download the new connector with the new v. 1.1 of the plugin (17 January 2009).

Usage

The usage of the connector is really simple. First of all, in the file prototypeFileTreeFTP.php you have to update the variables at lines 33-35 ($ftp_server, $ftp_user and $ftp_pw) with the address of the remote FTP server, the username and its password. The javascript code has to be updated to make it refer to the new connector, passing it a GET variable, isstart, like this:

var startRemoteDir = 'public_html';

$('myElementId').fileTree({
  root: startRemoteDir,
  script: 'prototypeFileTreeFTP.php?isstart='+startRemoteDir,
  folderEvent: 'click',
  loadMessage: 'Loading remote file list...'
}, callbackFunction);

function callbackFunction(file) {
  // My custom code here for file selection
}

Please make use of the new connector and let me know what you think of it. Once again, thank you Ben!

La magia dei nested tag

Scrivo questo post per mostrarvi il comportamento assolutamente incredibile dei moderni browser web. Premetto che scrivo le pagine web in XHTML (1.0 Strict o anche 1.1).

Nel formato XML i tag vanno aperti e chiusi ponendo il relativo nome tra parentesi uncinate, facendo attenzione al fatto che nella chiusura il nome deve essere preceduto dal carattere slash ("/"). Ad esempio:

<tag_name> ... contenuto del tag ... </tag_name>

Nel caso in cui un tag sia vuoto ci sono due alternative: aprirlo e chiuderlo subito, oppure usare una convenzione particolare, ovvero:

<tag_name></tag_name>
<tag_name />

che indica la presenza di un tag (aperto e subito chiuso) vuoto. E qui viene il bello. Immaginiamo un codice XHTML di questo tipo:

<div class="out">
    <div class="in" />
</div>

Questo codice indica un tag div (con classe out) aperto, che contiene al suo interno un tag div (con classe in) vuoto. Bene, il browser lo interpreterà come:

<div class="out">
    <div class="in"></div>

lasciandovi in mano il tag div con classe out aperto, senza relativa chiusura, perché la chiusura viene automaticamente (e qui sta l'"assolutamente incredibile") associata al tag div con classe in già formalmente chiuso! E immaginatevi quindi i problemi in una pagina XHTML a usare un codice del genere. Il problema, che si verifica solo nell'indentazione di tag col medesimo nome, si risolve chiudendo in modo esteso il tag interno, es:

<div class="out">
    <div class="in"></div>
</div>

A questo punto un ultimo dettaglio: parlo di browser, ma quale browser? Chrome, FF 3.0.5 e IE 7. Tutti della stessa pasta.