Targa personalizzata: un "miracolo" tutto italiano

Qualche tempo fa ho letto sulla rivista Quattroruote un articoletto, breve in realtà, in cui si riportavano le lamentele di un lettore nei confronti delle Motorizzazioni civili. L'argomento del contendere era la famigerata targa personalizzata, concetto che a quanto pare esiste ma "non si vede".

Il Codice della Strada prevede infatti dal lontano 2003 (vedi art. 100 comma 8) la possibilità di richiedere una targa personalizzata per il proprio veicolo, al momento dell'immatricolazione. La targa deve avere la struttura classica delle targhe civili italiane, ovvero due caratteri - tre cifre - due caratteri, e non deve essere già utilizzata da qualcun altro. Stando alla legge sembrano esserci tutti i presupposti per effettuare la richiesta, pagare il costo aggiuntivo dovuto alla personalizzazione e per ricevere il desiderato oggetto. Il lettore si lamentava del fatto che la Motorizzazione rispondesse che la legge c'era, ma che tecnicamente non si era in grado di farlo. Ancora.

Non soddisfatto della questione, e dato che ho recentemente ordinato una nuova macchina, ho deciso di provare sulla mia pelle ad interfacciarmi con chi di dovere. Ho provato, in primissima battuta, a scrivere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, attraverso l'indirizzo email dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico. Ho ottenuto una risposta (a mio modo di vedere, in tempi veramente rapidi per essere un ufficio pubblico) decisamente scarna e poco rassicurante:

Gentile Signore
non risulta a quest'Ufficio che attualmente sia ancora tecnicamente possibile effettuare tale procedura; ad ogni buon conto, per ulteriori informazioni e per l'esame della situazione specifica, Le suggeriamo di contattare il locale Ufficio Provinciale della Motorizzazione.

Cordiali Saluti

In poche parole: non si può, ma se vuoi essere sicuro, chiedi alla Motorizzazione. E così ho fatto: armato di carta e penna elettroniche, ho scritto una mail a tre Uffici Provinciali della Motorizzazione. Nello specifico quelli a me più legati: Teramo (provincia in cui sono nato), Pavia (provincia in cui vivo) e Lodi (provincia in cui ho acquistato la macchina). Tre diversi uffici pubblici, insomma. Mi sarei aspettato tempi biblici dall'ufficio di Teramo, e più rapidi dagli altri due (la questione Nord-Sud in questi aspetti spesso ha ragione di esistere). E invece ... dopo pochi giorni mi risponde la MCTC di Teramo, dicendomi:

l'applicazione del comma 3-bis dell'art. 100 del C.d.S., introdotto dalla legge 29/07/2010 n. 120, è subordinato all'emanazione del regolamento di cui all'art. 11 comma 5 della legge citata.
ad oggi non non risulta sia stato ancora emanato.
si ricambiano i distinti saluti.
il direttore dell'UMC di Teramo
ing. Giancarlo Massaro

Problema quasi centrato. Qui però si fa riferimento al concetto di targa personale, non di targa personalizzata. Che è tutta un'altra storia, simile invero, ma comunque diversa. Faccio presente questa distinzione, e dopo alcuni giorni vedo che la stessa MCTC teramana scrive al Ministero con me in copia rimbalzando a loro il problema.

Nel frattempo da Pavia e Lodi nessuna notizia. Dopo circa una settimana di ritardo nel rispondere, sollecito una risposta scrivendo loro con in copia il Ministero stesso. E ancora attendiamo. Dopo quasi due settimane dalla prima mail, mi risponde la MCTC di Pavia, con questo epiteto:

Si conferma la risposta dataLe da parte dell'URP Caraci - Roma.
Si rimanda alla pubblicazione del regolamento a seguito della recente modifica al CdS.
Saluti.

Amen. Non mi scomodo nemmeno a rispondere perché veramente non c'è gusto, né speranza.

Oggi, finalmente, arriva l'ultima risposta, da parte del Ministero, per bocca dell'ing. Alessandro Calchetti:

Gentile ingegnere,

la procedura per la gestione della targa personalizzata è stata adeguata nel 2003 ma il Ministero dell’economia e delle finanze non ha mai comunicato il costo di tale targa e non ha chiarito le modalità di gestione della stessa: trasmissione al domicilio del cittadino della targa personalizzata in sostituzione di quella di cartone. Di fatto la procedura non è stata ancora attivata.

Cordialmente

Ing. Alessandro Calchetti
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Direzione Generale per la Motorizzazione
Direttore CED - Divisione 7- Via Caraci 36 00157 Roma

Insomma, dal 2003 ad oggi nessuno si è ancora mosso. La cosa è legalmente fattibile, ma non tecnicamente. 7 anni di nulla, nella migliore delle tradizioni italiane. Adesso proseguirò l'iter chiedendo informazioni al Ministero delle Finanze ...

E io ancora aspetto la risposta dalla Motorizzazione di Lodi. Complimenti per l'efficienza!

2 thoughts on “Targa personalizzata: un "miracolo" tutto italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *