iPad eseguirà quasi tutte le applicazioni progettate per l’iPhone

Quasi tutte le applicazioni. Cosa ci sarà mai su un iPhone che non possa girare anche sull'iPad? Mamma Apple non credo risponderà mai a questa domanda.

iPad. Like a tampon, only more expensive!

A pochi giorni dalla notizia di Steve Jobs di voler lanciare sul mercato un nuovo tablet pc, ma con la Mela intorno, fioccano polemiche e critiche. Io sono tra i primi ad appoggiare queste "cause perse". Si sa già che il mercato, come per ogni nuovo prodotto Apple, prima critica e poi compra a mani basse.

iPad è tutto e non è niente. È un device con uno schermo da circa 10" spettacolare. Vivido e brillante come solo Apple sa fare, con un angolo di visuale per niente male. Ma è uno schermo che poi sotto mostra le stesse cose che posso vedere sul mio iPhone (che adesso chiamo iPad nano). Non fa chiamate, diversamente dall'iPhone. Non ha videocamera, cosa che invece hanno i MacBook. Come iPhone, non supporta Flash, quindi parecchi siti web saranno tagliati fuori - non che io voglia dare il mio appoggio a Flash (che in parte aborro), ma per siti come YouTube è indispensabile. Però è un ottimo e-book reader, e da quanto abbiamo visto sarà parecchio apprezzato per questo "dettaglio", che porterà iPad a competere con Kindle senza limiti. È grande, ma non è maneggevole. Viene presentato adesso, ma esce fra due mesi (se lo volete con 3G, i mesi diventano 3).

Unica novità: il processore. Di cui però non si sa nulla. Unica cosa che si sa e che farà girare, come si diceva, quasi tutte le applicazioni dell'iPhone. Ma perché quasi e non tutte?

Insomma, Apple doveva presentare qualche nuovo restyling o rivisitazione del MacBook Pro - che sto per comprare, comunque - e invece niente. Presenta una cosa che non è né carne né pesce. Eh vabbe' ...

2 thoughts on “iPad eseguirà quasi tutte le applicazioni progettate per l’iPhone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *