Io e il cinema in treddì

Il cinema in treddì è una figata pazzesca.

E ve lo dico dopo essere stato a vedere, proprio stasera, Mostri contro Alieni, il nuovissimo film di animazione di Dreamworks+Pixar. Un film che in realtà non ha nulla di troppo da dire e che farà parlare poco di sè, ma per me resterà il primo film in assoluto visto con gli occhiali a lenti polarizzate.

E' un'atmosfera fantastica quella che si prova nel vedere delle immagini che escono fuori dallo schermo, le mani che ti si avvicinano quasi fino ad afferrarti, gli oggetti che ti schizzano addosso durante una tremenda esplosione, o chi più ne ha più ne metta. Chiaramente non ha nulla a che vedere con il cinema "classico". Sui film di animazione in digitale, poi, queste nuove tecnologie sono avvantaggiatissime, essendo che tutta la parte di gestione del 3D può comodamente essere fatta e disfatta in fase di post-produzione, mentre può dare qualche grattacapo in più forse per i film a pellicola fisica. Ma resta il fatto che una visione di questo genere lascia il segno.

Infatti, nonostante il film sia stato mediocre (forse meno che mediocre, secondo me), il solo fatto di essere in treddì gli ha fatto guadagnare moltissimi punti.

Lati negativi? Beh, ce ne sono. Il più marcato è l'affaticamento degli occhi, che non essendo abituati ad una visione così forzata della profondità, già a metà film iniziano a dare segni di stanchezza. Poi gli occhiali, di plasticozza dura e poco flessibile, che possono dare molto fastidio - specie a chi, come me, di occhiali ne ha già un paio (consiglio vivamente le lenti a contatto!). E infine, per dare un po' di ragione anche a Laura, la bassa igienità degli occhiali stessi, che se andate a vedere il film a mezzanotte sono già passati nelle mani di chissà quante persone, non lavati, tutti impiastricciati e quasi opachi date le manate che la gente ci lascia su.

Cosa dire? La prossima missione sarà un nuovo film in treddì, scegliendo però questa volta un signor film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *