Che cocente Dell-usione

A due settimane dall'acquisto del mio nuovo Dell, quello che mi sento di dire è che più che un acquisto piacevole, il Dell XPS 630i è una cocente delusione.

Tutto sembra funzionare a dovere, se guardiamo il computer da lontano, se prendiamo in esame il pacchetino preconfezionato da madre Dell. I problemi nascono quando si va a scavare un po' più nel profondo. Il principale indagato? Il sottosistema grafico.

Origine dei problemi: il Dell XPS 630i monta due schede vide Ati Radeon HD 3870 in CrossFire. Su una scheda madre con chipset nForce 650 SLI.

Natura dei problemi:

  1. CrossFire e SLI sono due tecnologie rivali per la parallelizzazione delle schede grafiche sui PC di ultima generazione, rispettivamente di casa AMD/Ati ed nVidia. Seppure le differenze da un punto di vista hardware siano minime (e comunque superabili), le differenze dal punto di vista software sono abissali. Allo stato attuale delle cose, infatti, i driver nVidia per i chipset nForce non supportano la tecnologia CrossFire, e viceversa i driver Ati per i chipset CrossFire-enabled non supportano lo SLI. Dell ha scelto comunque di utilizzare questo approcio ibrido sulla sua recente piattaforma dedicata all'extreme gaming (di fascia medio-alta).
  2. Il chipset nForce 650 SLI utilizzato da Dell sulla scheda madre ha una particolarità: sfrutta al massimo 18 canali PCI: 8 per ciascuna PCIe 16x, 1 per la PCIe 8x e 1 per la PCIe 1x. Quindi risulta che nel sistema sono presenti due PCIe 8x e due PCIe 1x. Con un notevole calo delle prestazioni rispetto alle indicazioni "nominali".

La soluzione di Dell: la Dell ha risolto il problema dell'incompatibilità di schede e chipset producendo una versione dei driver Ati fatta in casa. Questa versione però gira solo sotto Windows Vista. E nemmeno tutti i Windows Vista: solo su quelli a 32bit. Con il risultato che è impossibile utilizzare il CrossFire tra le due schede se si è, ad esempio, su Windows Vista 64bit, su Windows XP (qualunque versione) o su Linux. Ma il problema di Linux è secondario. Ma Dell non risolve il problema delle PCIe, essendo che questo è un problema hardware, quindi non risolvibile a posteriori ...

La mia soluzione: non so bene come comportarmi, ho cercato su internet delle soluzioni per utilizzare il CrossFire su chipset SLI, ma quello che sono riuscito a trovare sono solo le soluzioni personalizzate di Dell e HP. Una soluzione costosa (dato quello che ho già speso per il PC) sarebbe sostituire la scheda madre. Con una più aggiornata che supporti nativamente il CrossFire.

Oppure, cosa molto più auspicata in questo momento, rimandare tutto il malloppo a Dell, farsi rimborsare il costo del PC, e comprarne uno come ai vecchi tempi: assemblato e personalizzato!

Master, Master ...

... where's the dreams that I've been after?
Master, Master, you promised only lies.
Laughter, Laughter, all I hear or see is laughter
Laughter, Laughter, laughing at my cries.

Mi permetto di scomodare i Metallica per portarvi una rappresentazione musicale del mio sentimento attuale riguardo la situazione politica in cui sta versando l'Italia in questo periodo.

C'e` un Master. C'e` chi dice che sia Berlusconi, chi dice che sia il Governo, io dico invece essere la classe politica italiana in toto. PDL e PD, prima delle elezioni, ciascuna a presentare due distinti programmi politici intrinsecamente identici. Due schieramenti non ben distinti che dopo le elezioni iniziano a frignare come i bambini. E quello dice: "siccome quelli non mi appoggiano in tutto e per tutto vuol dire che vogliono rompere il dialogo e io non ci parlo piu`." (chissa` a cosa servira` allora il concetto di opposizione). Quell'altro che dice: "quello ha detto a tutti che non mi vuole parlare piu` e allora io non ci voglio parlare piu`". Tutto questo mi ricorda di quando litigavo con Claudia o Erika. E per parlare si faceva il passaparola con la sorella esclusa dalla lite, o con i genitori. In questo caso il genitore chi sara`? Napolitano? No, lui al massimo puo` fare il nonno che regala le caramelle e ti racconta di quando andava in guerra (e quando mai?).

Torrenti di Laughter. Il giornalismo se la naviga allegramente tra le notizie rilevanti di questi giorni. Taglia, copia, incolla. Hanno il pollice verde i giornalisti, e potano e innestano alla perfezione. Il bianco diventa nero e il nero diventa bianco. Invece il grigio diventa di un colore qualunque a discrezione del giornalista, ma con il benestare dell'editore (ovvero del Governopposizione). Ho sentito e letto ad esempio i commenti sul DDL sulle intercettazioni. Beh, il commento piu` grosso e` che costano troppo. Nulla viene invece commentato sul fatto che non possono durare piu` di 3 mesi, che il magistrato puo` essere sostituito se l'imputato anche solo lo denuncia per sospetta fuga di notizie, o sul fatto che dati pubblici non possano essere pubblicati. L'italiano non guarda alle piccole cose, ma alle monete nelle sue tasche. "Le intercettazioni costano troppo" fa molto piu` presa, infatti. Anche "le proroghe sulla questione Rete 4 ci costano un sacco, circa 350.000 euro al giorno" potrebbe fare presa. Ma al Governopposizione non piace quindi meglio di no. Il giornalista non ti propone piu` anche le domande o i problemi. Ti pone solo le risposte. E noi ci divertiamo a scoprire qual'e` la domanda giusta (l'unica che dobbiamo porci?). Mi ricorda tanto una delle rubriche di 610 su Radio2. Chissa` quanto ridono di noi ...

E quello dice "i magistrati politicizzati sono la metastasi della democrazia". E se quelli dicessero "i parlamentari criminali sono la metastasi della democrazia"?. E se i terzi chiamati in causa dicessero "i ministri corrotti sono la metastasi della democrazia"?

"Il potere logora chi non ce l'ha", ma anche a quanto pare chi non ce l'ha tutto.

 

DDL 2008 sulle intercettazioni - Il testo

Questo post dovrebbe trattare il tema della giustizia in Italia, o meglio il tema dell'annullamento della giustizia in Italia.

Scandaloso e` il disegno di legge presentato dal governo Berlusconi e approvato senza colpo ferire dalla maggioranza, con il benestare piu` o meno tacito dell'opposizione. Non voglio approfondire oltre il discorso, in quanto su Internet potete trovare di tutto, botte e risposte, accuse e contro-attacchi, etc. Mi e` parso molto illuminante l'intervento di Travaglio, di cui allego il collegamento al video.

Non voglio influenzare oltre alcuno di voi nel giudicare questo "memorabile" evento, e per questo vi presento qui il testo integrale del DDL 2008 in tema di intercettazioni e di divieto di pubblicare cio` che e` pubblico, tanto chiacchierato quanto difficile da trovare su Internet. Buona lettura, e se doveste iniziare a piangere alla fine del testo, non preoccupatevi: non siete gli unici.

Siamo sotto attacco

L'estate, si sa, tarda ad arrivare quest'anno. Pare proprio di essere a ridosso di Natale, e, come direbbe Giuseppe, non mi stupirei ad uscire di casa e trovare sulle vetrine dei negozi della neve finta e delle decorazioni natalizie per le strade.

Eppure, siamo a ridosso dell'estate. Qualche giorno fa commentavo il fatto che nonostante sia il 17 giugno, non ho ancora preso una sola puntura di zanzara! Incredibile, a pensarci ... Bene, qualcuno deve avermi ascoltato: da stasera siamo sotto attacco! Le zanzare sono tornate alla carica, più stronze che mai. Pensate che a cena ci siamo dovuti fermare più volte e, grazie alla mitica racchetta elettrificata che mi ha regalato Erika (mia sorella, per voialtri zoticoni), ne ho fatte fuori circa 7.
Senza contare quella in camera di Laura.
E senza contare quella che ho ucciso a mani nude in camera mia.
E senza contare quella bastardissima figlia di *** che sta girando come un'ossessa qua attorno, e che non ho il coraggio di uccidere.

Perché? Perché potrei colpire il mio nuovo schermo. L'LCD del mio nuovo Dell. So che sembra una bestemmia, da un Mac-ofilo come me, ma è la pura verità. In assenza di un computer fisso decente, e di uno schermo con i controcoglioni, mi sono comprato un computer, non solo PC, ma anche assemblato. Se mi vedesse il me stesso di qualche anno fa direbbe: "eresia delle eresie!".

Sono parecchio soddisfatto dell'acquisto, ma veramente tanto. A parte l'avere un LCD da 22", che quasi non so come incastrare sulla scrivania, è una gioia indescrivibile vedere dentro una scatola di alluminio DUE schede grafiche che lavorano teneramente accoppiate per rendere il massimo nella grafica e nei videogiochi. Questo computer è la fine del mondo. Un Dell XPS 630. L'unica pecca è il sistema operativo, si sa. Windows Vista fa cagare, e comunque gli restano al più un paio di giorni prima della rasatura a zero in favore di un più "ergonomico" Windows XP e di uno sfavillante Ubuntu. Tutto da provare, e da spremere soprattutto. (Ma per questo aspetto l'avvento di GTA IV e di Spore).

Per il resto cos'altro c'è da dire ... beh, vi ho lasciati un po' con il fiato sospeso, ma dovreste ormai sapere che sono ufficialmente Ing.! Con tanto di timbro! Mi diverto come uno scemo ad andare in giro a stimbrazzare fogli e cartacce e vedere il mio nome impresso ovunque. Dovrebbe essere una cosa seria, ma per me è piuttosto un gioco. E da domani potrò firmare ufficialmente dei progetti, qunidi.

Come al solito, piccola preview: Rails si è rinnovato, e parecchio, da quando ho messo su questo modestissimo sito. Dalla versione 1.1.6 siamo passati prima alla spettacolare 2.0.2, e ora alla 2.1. Non posso quindi rimanere indietro, vero? E allora via ad un bel sito RESTful e Ajax-based. A voi l'ardua sentenza. Magari sarà un po' meno pomposo di questo come grafica, ma avrà molte novità tutte da scoprire. Ammesso che riesca a completarlo in tempi non biblici.

Saluti a tutti, e alla prossima!

P.S. Ma voi avete scaricato Firefox 3??? Io mi ci sono fiondato appena ho potuto, e ci sto già allegramente navigando. E la nuova grafica del sito è veramente intrigante ... complimenti!

Le cinque terre - qualche tempo dopo

Scusate il ritardo, ma ecco che arrivano le foto delle Cinque Terre! Come al solito ci ho messo un pochino a sistemarle e a pubblicarle, colpa la formattazione della mia Mela, lo smarrimento dell'unica versione funzionante di Lightroom, e la mancanza di tempo. Spero che non vi siate resi conto che sto sparando un sacco di balle, e spero anche che vi piacciano i miei scatti.

Alla prossima!

Preview: arriveranno le foto di S. Pio, e qualche commento sul mio nuovo timbro e (futuro) nuovo calcolatore elettronico.