Più sicuri con Firefox?

Phishing e spam sono ormai concetti all'ordine del giorno per chiunque navighi in internet, o controlli la posta, anche di tanto in tanto. Migliaia sono i consigli che si trovano in giro su come difendersi: evita di aprire questo allegato, controlla sempre chi è il mittente, non seguire i link all'interno della mail, nessuna azienda seria ti chiede mai via mail i tuoi dati personali, etc.

A quanto pare però il fenomeno dilaga sempre più, perché comunque una fetta degli utilizzatori di internet non si rende conto, non essendo smanettoni come noi (o come me), delle possibili frodi. Come aggirare il problema allora, e rendere la navigazione più sicura? Come con le mail, stesso concetto! In Thunderbird esiste un filtro antispam niente male, giusto? Bene, mettiamo qualcosa di simile anche in Firefox!

Esiste un filtro anti-phishing nel browser di casa Mozilla, che blocca i siti appartenenti ad una lista nera costantemente aggiornata. E quando cerchiamo di accedere ad uno di questi siti, appare la schermata di protezione che vede nell'immagine (questa è presa da Firefox 3 beta 3). Niente male, direi. Dove non arriviamo noi ad autoproteggerci, arriva la volpe!

E nel frattempo, Microsoft rilascia la beta pubblica di IE 8, che dovrebbe essere CSS2-compliant (dovrebbe rispettare le specifiche e passare l'Acid Test 2), ma che a quanto pare inizia da subito a dare svariati problemi di rendering un po' su tutti i principali siti, compresi AOL e Yahoo. Mica male. Se pensiamo poi che installando la versione 8 beta viene soppiantata la 7 o la 6 che si ha sul computer, la domanda sorge spontanea: e chi me lo fa fare?

4 thoughts on “Più sicuri con Firefox?

  1. Devo ammettere che ho seguito questo post, come altri del resto, solo fino a un certo punto... diciamo fino a metà della prima parola. Del resto, non so che ci faccio qui: io sono una che quando la maestra diceva "la geometria non euclidea" io capivo "la geometria non è un'idea". E se fosse vero?

    • Ma il fatto è proprio questo! La geometria non è un'idea, è una cosa.

      E come tale o la sai, o non la sai. (Usare, intendo). Spero di aver fatto luce sul significato profondo di questo mio ultimo post.

  2. raffaele arecchi

    Tempo di aggiornare il mio sistema che ho avuto modo di testare questa funzionalità del mio Mozilla Firefox 2.0.0.12 (ma ho una versione ancora vecchia??? :(). Giusto due giorni fa mi è arrivato l'ennesimo tentativo di phishing sulla Banca di Roma, Gmail si è comportato come al solito ottimamente segnalando il tentativo di frode tramite link rosso e spostando direttamente il messaggio nella cartella di Spam... ma io che sono pazzo 😛 ho voluto curiosare e lasciare a questi stronzi i preziosi dati del mio conto bancario... ecco quel che è successo appena aperto il link!
    http://aumat.unipv.it/~arecchi/snapshot1.png
    A proposito di phishing.. voi quanto ne ricevete? io parecchio, soprattutto da quelli che si spacciano per l'ente sopracitato e per le Poste Italiane, e tra l'altro sono l'unico che ne riceve in famiglia... anche se ho insegnato a tutti a prendere precauzioni 😉
    Una curiosità: furbamente i domini che ospitano questi siti contraffatti hanno un ip dinamico per rendere difficile il rintracciamento, ma qualche giorno fa mi è capitato di vederne uno statico, precisamente il 78.86.123.203, che è stato prontamente bloccato, anche se fino a ieri lo si vedeva ancora in attività!!

    • Io credo di riceverne una quantità industriale, almeno una trentina al giorno all'indirizzo email legato a questo sito. E questo perché sono un pirla e mi ero dimenticato l'indirizzo email in chiaro, pubblicato su Internet.

      E così bot e spider si sono divertiti e si sono riempiti la pancia con il mio indirizzo, il quale ora si riempie di spam al ritmo di qualche messaggio ogni ora ... Sigh!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *