LaTeX - OpenOffice: 0 - 1

Ragazzi, sto quasi per impazzire, ma mica per questo mi fermo!

Oggi vi parlo di una cosa assurda, per chi mi conosce. Sto scrivendo la mia tesi in OpenOffice. "Aaaargh" direte voi. Ebbene, vi faccio ricredere.

OpenOffice ha un editor di equazioni che è la metà potente rispetto a quello di LaTeX, il quale ha una gestione della numerazione di capitoli e paragrafi eccezionale, mentre OpenOffice se non lo porti per mano non capisce. LaTeX gestisce le figure e le tabelle in maniera dinamica, e ogni volta che si ricompila un documento sarà anche vero che te le piazza un po' a caso, ma te le piazza in modo che si vedano e che non escano dalla pagina; OpenOffice non capisce il concetto di "immagine deve stare tutta dentro la pagina e non al di fuori o sopra le intestazioni"; in più, ogni volta che si aggiunge una pagina, del testo, o si salva, le immagini impazziscono, prendono vita e massimizzano l'entropia del documento. LaTeX ha fancyhdr, per gestire in modo fantastico intestazioni e piè di pagina; OpenOffice te ne fa settare una per tutte le pagine, e se provi a cambiare qualcosa cazzi tuoi. LaTeX funziona ovunque e OpenOffice su MAC fa cagare. In più, LaTeX va a braccetto con TextMate. OpenOffice ha ripetutamente dei conflitti tutti interni a se stesso.

Per questo ho scelto OpenOffice: il mio prof legge la mia tesi, me la manda indietro corretta. E io sono più contento. E ci metto il triplo a scriverla.

Doh!

2 thoughts on “LaTeX - OpenOffice: 0 - 1

  1. LaTeX per tutta la vita.

    In verità non mi interessava commentare il post, bensì darti una interessante notizia...che invece di scrivere qua, faccio un post sul mio sito.

    Sono stupido vero?

    Si lo so

    !?$%"£&/"%$ 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *