Due concerti e un po' di vita

È passato il fine settimana dei sogni. Due concerti in meno di 24 ore. E il tutto condito da una bella pattinata sul ghiaccio un paio di giorni prima.
Così ho passato questa settimana, all'insegna del devasto più totale. Ma andiamo per ordine ...

Venerdì sono stato con Simone e consorte (ih ih ih) al Dutch Forum di Assago, a pattinare sul ghiaccio per la seconda volta nella mia vita. Ho scoperto che non solo so stare in piedi riuscendo a non cadere, ma so anche pattinare relativamente bene! Per la prossima volta partirà il progetto "corriamo a perdifiato sui pattini", e poi ancora "saltiamo ripetutamente coi pattini". Poi probabilmente sarò morto.

Domenica l'evento. Il concerto degli Iron Maiden. Imperdibile, estasiante, bellissimo. Beh, almeno questo era quello che mi aspettavo dopo averli visti all'Heineken qualche anno fa ... invece il concerto è stato proprio un flop devastante. Hanno avuto l'insana idea di proporre tutto l'ultimo cd, senza perdere nemmeno una traccia, e soltanto cinque canzoni di quelle storiche. Se consideriamo che l'ultima loro opera non sia poi così gradevole ... Nonostante tutto resta sempre un'emozione vederli dal vivo, bravissimi come non mai, sempre sulla cresta dell'onda, con due folli come Dickinson e Gers che non li fermi nemmeno a fucilate. E poi Eddie! Geniale l'uscita con il carrarmato ...

Giunge allora lunedì, il concerto che non ti aspetteresti mai. Andiamo ad ascoltare i Muse io, Zazzy, Silvia e Bamba. E siccome siamo arrivati abbastanza presto, abbiamo deciso di metterci in platea nel tentativo di stare il più possibile avanti. Non starò qui a raccontarvi tutto, ma  da dieci minuti dopo l'inizio del main event, eravamo a due metri dalle transenne, a goderci in pieno lo spettacolo e, soprattutto, il pogo infernale! Scenografia stupenda, concerto emozionante, musica dal vivo suonata quasi meglio che in studio ... E poi a star lì sotto per tutta la durata del concerto è davvero qualcosa di favoloso. Non mi sono mai divertito così tanto in un concerto (forse solo il mio primo degli Iron gli può ancora tenere testa)! Ah, che figata ...

E da ieri, si torna alla vita grama di sempre. Senza concerti, senza pattini, senza sonno (come al solito).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *