Two is megl' che one

Ma io, preso da altri pensieri, stavo dimenticando che oggi è venerdì! Mica un giorno qualunque, è proprio venerdì. Puttana miseria! Mi tocca saltare Cesare ... e non posso neanche recuperare qui a Teramo, essendo che di amici praticamente non ne esistono più. E tantomeno esistono cioccolaterie/gelaterie di quel livello.

Solo si salva ancora Ileana, la quale ieri sera ha preferito sostituire una serata al cinema con una passerella per il centro alla visita di tutte le vetrine del corso, proponendo una cioccolata e quindi, essendo praticamente a dormire tutta la città già alle dieci di sera ed essendo impossibile trovare un locale aperto, colazione notturna con latte e Nesquik a casa sua. Tanto anche casa sua era chiusa, e quindi me ne sono tornato buono buono in camera mia a pensare a ben altre colazioni.

Oggi pomeriggio volevo studiare un po', ed eccomi ancora qua a perdere tempo su Internet, mentre ascolto l'ultimo singolo dei Manowar e sono reduce dalla rilettura praticamente completa del mio blog. Ora, perchè non dovrei ridere di me?

2 thoughts on “Two is megl' che one

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *