Tabula Rasa

Bene, con quello che è successo oggi direi che siamo a posto.

Al culminare della mia idiozia, ho letteralmente trascinato a terra il mio HD esterno (un bel Lacie Porche Design da 250GB) facendolo precipitare dalla scrivania. Fortuna mia che era spento e scollegato dal computer. Ho bestemmiato e rinnegato la fine del mondo un paio di volte, poi sono tornato alla calma.

Bene, attacco l'HD, scarico un po' di musica, metto su i Metallica. Poi inizio a chiacchierare con mia mamma. Parla di qua, parla di là, giro il Mac per farle vedere lo schermo.
E trascino di nuovo a terra l'HD, ma stavolta acceso, funzionante e in piena lettura. Morale della favola? La testina si è accoppiata col disco. E se provo a riaccenderlo continuano l'atto sessuale da dove l'hanno interrotto. Naturalmente, si sentono i gemiti, e molti della famiglia si scandalizzano.

Ho perso un casino di dati. Tutti i miei documenti, le mie guide a LaTeX, gli appunti che avevo riscritto al comp (specie quelli di Campi Elettromagnetici, puttana miseria), nonchè i sorgenti della tesi triennale. Cazzo! Sono riuscito solo a recuperare la musica, almeno una parte, che tenevo ancora -grazie a me- sul vecchio HD fisso del comp, nonchè le foto. Chè se perdevo anche quello mi sarei messo un cappio al collo.

E con questo, direi che siamo a cavallo. Spero almeno che il porco abbia dei figli, se si diverte così. Almeno mi rifaccio un disco gratis ...

4 thoughts on “Tabula Rasa

  1. Ecchissese dei docmenti musica sorgenti e cazzi vari, c'erano dati moooolto più importanti, per sempre andati distrutti!!! ahhh che dolore atroce!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *