La guerra dei mondi

Quella che si contentende sul terreno di Internet è una vera e propria guerra dei mondi. Guerra in cui la fanno da padrona, per il momento, elencati in ordine di diffusione Internet Explorer e Mozilla Firefox. Un ordine che si fa sempre più incerto, dato che lentamente, ma anche inesorabilmente, Firefox guadagna sempre più grosse fette di mercato nel campo dei browsers.

Internet Explorer si sta per affacciare al mondo di Internet con la definitiva versione 7.0, probabilmente rilasciata nella prima stable release solo con il rilascio contemporaneo del prossimo Windows Vista.
Mozilla Firefox è in sempre continuo fermento ed in poco più di un anno è passato da una versione beta della 1.0 a varie versioni beta della 2.0, ormai prossima al rilascio.
Internet Explorer, tra una versione e la successiva, vi permette di portare il vostro figlio neonato probabilmente al primo anno di università.

Su Internet Explorer e sui suoi sempre rilevatissimi bachi di sicurezza si potrebbero scrivere delle barzellette che nemmeno quelle sui Carabinieri le potrebbero battere.
Ma non è solo questo il problema. In un mondo così vasto come Internet, sono i protocolli e gli standard a portare un po' di ordine fuori dal caos. Ebbene, nonostante tutto, e in barba a quei poveracci della W3C, IE decide bellamente di scegliere a quali standard aderire e a quali no, e chi come me lavora spesso su siti e dintorni, sa bene a cosa mi riferisco.

Un passo avanti sembra che lo stia facendo con IE 7. Forse il primo browser serio, standard compliant, di casa Microsoft. Ho avuto modo di provarlo qualche tempo fa, e di metterlo al paragone con Firefox. Beh, dal punto di vista della sicurezza non mi esprimo (non sono un tecnico in materia), ma dal punto di vista del motore grafico sembra che si sia messo alla pari con la volpe.
Quanto meno sembra rispettare gli standard del CSS 2.1, e cosa ancora più grata ai grafici, i file .png con tutte le loro trasparenze. Alpha blending anche su IE, quindi. Wow.

Firefox è comunque sempre un paio di passi avanti. Ha da sempre avuto i tabs, le schedine in alto per capirci, che IE guadagnerà solo con la 7.0. E da sempre ha avuto il supporto di temi aggiuntivi e soprattutto di estensioni aggiuntive, che promettono di ampliare all'inverosimile le capacità del browser, quasi a farlo diventare un sistema operativo a parte. E non scherzo.
Firefox rispetta da sempre qualunque standard, e se possibile, vi aggiunge qualcosa di suo, per migliorare ancora l'esperienza di un generico utilizzatore di Internet.

IE cosa fa? Nulla di tutto questo. Si ancora ad una sua versione, la mantiene per buona per anni, mentre sotto il Web evolve. Dopo qualche eone, decide di aggiornarsi, e si mette al passo di quello che gli antagonisti hanno fatto secoli prima.

Per ciò che maggiormente mi interessa, Firefox supporta in parte le nascenti specifiche di CSS 3.0. IE quando inizierà a pensarci? Magari con l'uscita di CSS 4.0.

Eppure, oggi più del 60% della popolazione navigante sceglie IE. Certo che certa gente ragiona proprio ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *