Pit stop a casa

Cavoli, e` davvero bellissimo avere la macchina. Non dico tanto per andarsene in giro per Pavia e dintorni (e in realta` anche quello e` veramente una grande liberta`, quando sei su quattro ruote), ma dico piu` che altro per la comodita` che ho adesso di andare e tornare a/da casa quando cavolo voglio. Se dovessi andare in treno ogni volta non mi passerebbe piu` ... sette ore (quando ti va bene, e non trovi i soliti ritardi per cui Trenitalia e` famosa) seduto li` con gente che non conosci, poche volte disposte alla conversazione, e tu che cerchi in tutti i modi di riempire il tuo tempo facendo qualcosa di utile, o almeno che non ti annoi.

Beh, a parte tutto, domani torno a casa. Casa dolce casa. Che figata! Ma vi pare normale che adesso la cosa che mi interessa di piu` per quanto concerne il tornare a casa e` vedere cosa di nuovo mi preparera` la mamma? Sto diventando una specie di vitello da ingrasso, e cmq mi diverto! Beh, cmq poi ci sono le mie sorelle (diamine, alla grande devo ancora iniziare a preparare il sito ... che sfaticato che sono!), la nipotina, le nonne ... etc etc Insomma, un sacco di famigliari, e pochissimi amici. Bah.

Per il resto le cose procedono. Io me la cavo, diciamo. Stasera quasi definitivamente si conclude il corso di LaTeX, e non ne potevo davvero piu`! Tanto, con quello che ci guadagno non mi posso mica lamentare ... Come ho detto piu` e piu` volte: meglio attaccare i francobolli, la prossima volta. Almeno li` ti pagano. Puttana miseria! Beh, finisco quasi il corso, e sono cmq indietro con la preparazione delle slides. Vecchia storia.

Di cose belle ne sono successe parecchie, cmq. A parte Laura che ormai mi sta prendendo, come mia mamma, come vitellino da ingrasso e mi offre un quarto di pirofila formato famiglia di strudel, come spuntino di sera, sono rimasto colpito tantissimo da un altro fatto: beh, tornando in stanza l'altro ieri mi sono trovato un pacchettino sulla porta "X MARZU alias Daniele". Ecco, quando io vedo che mi si chiama per nome invece che per soprannome, specie in collegio, mi prendo male. Poi, aprendo il pacchettino, vi ho trovato dentro due DVD e un libro. Eh, si`, proprio un libro, tutto per me, dedicato a me. Sono rimasto colpito e commosso come non mai, essendo anche la prima volta che qualcuno mi regala un libro, cosi` senza troppi motivi serî ... Grazie mille, Maddalena! Non sapro` mai come ringraziarti ...

Insomma, sto bene, mi pare. Almeno, molto ma molto meglio di quanto me la sia passata nel bel mese di Febbraio, no? Speriamo di cavarcela ancora cosi` almeno per la prossima sessione di esami, e di non ricadere nell'oblio e nella disperazione. Un po' di ottimismo di tanto in tanto fa bene.

P.S.: Quel pirla di Simone e` un pirla perche` non vuole mai giocare a tennis con me ... vabbe` che per lui sono troppo forte, pero` ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *