IOCCC, questo sconosciuto. E incompreso.

Girovagando in rete di cose se ne trovano tante, il più delle volte - naturalmente - inutili.
Due cose veramente degne di nota ho trovato ieri sera, e ieri notte:

  1. La pagina di articoli satirici e/o veramente devastanti nel sito del GNU Project (potete trovarla qui), dove chi ha masticato nella sua vita qualcosina di informatica e soprattutto del mondo UNIX/LINUX può trovare un sacco di roba con cui slogarsi la mandibola a forza di risa.
  2. Il sito ufficiale dello IOCCC, ovvero The International Obfuscated C Code Contest. Vi lascio immaginare cosa possa essere. Gente in grado di spremere fino all'ultima goccia i compilatori C in circolazione, e anche le cerevella di quei poveracci che devono studiarsi il codice da loro prodotti, in modo da far fare al computer le cose più incredibili, ma senza che ci si capisca qualcosa con il codice sottostante. Siete in grado di immaginare del codice scritto con la sintassi del Java, che viene correttamente compilato, ad esempio, da gcc? Eppure esiste ... Ah, naturalmente tutto il codice deve stare in massimo 4096 bytes, e togliendo spazi bianchi, punti e virgola e parentesi graffe, non deve essere composto da più di 2048 caratteri. Allucinante, e oscuro. E il più oscuro di tutti vince. (Che poi magari è quello per cui ci impiegano più tempo per capire cosa faccia il programma ).

E questo è quanto. Se avete voglia di spremervi un po' le meningi, o di farsi due grasse risate, andate a vedervi 'sti siti. Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *