Chill out

Di nuovo qua, pare stia diventando un'abitudine. E pare anche che io sia
solo stasera (stanotte), chissà dove se ne è andato l'altro
idiota ... Mille cose per la testa, una confusione unica. Da una parte la
vita, Daniele. Da una parte lo studio, Marzu (o Gigi, a seconda del punto
di vista). E le due parti non stanno bene insieme, o va avanti una o va
avanti l'altra. E si ostacolano, non convivono. E tutto va a rotoli, e la
situazione diventa sempre più irrecuperabile.
E allora sai che fo? Mi rifugio nella musica, negli amici, nei gelati da
Cesare, nelle cose più inutili che mi circondano - il che in fondo
in fondo è come dire che mi rifugio in me stesso.

Siamo tornati dalla nostra sacra uscita settimanale da Cesare,
coppa grande Cioccolato e Stracciatella, decimati nel gruppo "standard"
(cos'è un'uscita da Cesare con una sola coppa grande
Cioccolato e Stracciatella?) ma rimpinzati da presenze occasionali sempre
molto ben gradite. Ognuno col suo fardello, ognuno con le sue storie, sei
persone attorno a un tavolo a raffreddare i proprî spiriti con
dell'ottimo gelato. Risa e musi lunghi, troiate colossali,
"quaqquaraqquà" e discorsi semi-serî puntualmente trascinati
verso l'oblio. Questi sono i nostri vent'anni! E col gelato esci, e
raffreddato come sei, senti freddo.

Passeggia passeggia, si torna in stanza, tutti insieme appassionatamente,
e hai ancora freddo.
La gente ti lascia, ognuno per la sua strada come è giusto
che sia, e - cazzo! - hai ancora freddo.
E allora, forza, avanti una serata intera a cercare qualcosa con cui
scaldarsi un po', un'idea, un pensiero, un ricordo ... ma poi ti accorgi
che nel tuo database meglio cercare il meno possibile. E ti tieni il
freddo.
Beh, finchè sei abituato a conviverci, quel freddo non
è poi così male, no?

E quando inizi a sentire freddo?

Psst.. Buonanotte. Anche se non mi vede, io ci
sono, sempre qui in sordina, ad ascoltare e a rimuginarci su. Io sto qua,
vivo e divoro, mi nutro di tutto e tutti, cresco sotto pelle e
non si può liberare di me. La sua anima e il suo
spirito, indissolubilmente legati, nel bene e nel male.
Dolce notte ... image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *